Scarafaggi in cucina! Da dove vengono?

Avere un’infestazione da scarafaggi in cucina è, senza alcun dubbio, una delle più sgradevoli situazioni in cui ci si possa trovare. Le blatte sono insetti non solo fastidiosi ma che richiamano sporcizia, visto i luoghi che frequentano, e portano quindi diverse malattie con risvolti anche molto gravi.

Le blatte sono abili nell’intrufolarsi nelle abitazioni approfittando di ogni sorta di entrata anche la più insospettata. Una delle aree più colpite dalle infestazioni da scarafaggi è la cucina. Questa stanza rappresenta nella casa la zona che meglio fornisce agli insetti tutto ciò che necessita loro per vivere e riprodursi.

Come capire se ci sono scarafaggi in cucina?

scarafaggi da dove vengono - Scarafaggi in cucina! Da dove vengono?Le blatte sono maestre nel divenire invisibili ad occhio umano rimanendo nascoste nelle ore diurne. Gli scarafaggi infatti, si muovono durante la notte quando c’è buio, questo perché sono insetti fotofobici e perciò non amano la luce. Per capire se ci sono scarafaggi in cucina vi sono alcuni segnali inequivocabili a cui fare attenzione.

Tra i segnali più evidenti vi è il primo sgradito incontro con gli scarafaggi, questo accade soprattutto di notte quando ci si reca in cucina per uno spuntino notturno e accendendo la luce all’improvviso si vedono delle schegge nere correre per tutta la stanza verso i loro nascondigli. Un altro segno da non sottovalutare sono i ritrovamenti di corpi di blatte morte che confermano la presenza di un’infestazione da scarafaggi in stato avanzato.

Gli escrementi sono una traccia che viene spesso confusa con la polvere del caffè per la somiglianze della misura e colore e rappresentano un serio pericolo per la salute dell’uomo e degli animali domestici che inalandoli introducono nel corpo batteri patogeni. È necessario fare attenzione alla posizione in cui si trovano, solitamente sono vicine all’ingresso del nascondiglio. Le uova sono un’altro segnale evidente della presenza degli insetti che le depongono in una sorta di contenitore detto ooteca, nello stesso modo si possono trovare i cambi di pelle o i bozzoli.

Vedi anche  Quanto costa una disinfestazione da blatte?

In presenza di infestazione da scarafaggi si sente un odore sgradevole che ricorda quello della muffa che aumenta con l’aumentare della grandezza della colonia.
Le blatte procurano molti danni ai prodotti alimentari, nutrendosi di qualunque cosa trovino alla loro portata. Inoltre hanno l’abitudine di sgranocchiare materiali come carta, plastica ed altre materie di vario genere non bisogna quindi sottovalutare questi segni. La spazzatura è un altro luogo in cui gli scarafaggi amano sguazzare è consigliabile quindi mantenerla lontana dalla casa o in contenitori chiusi. Il cibo lasciato incustodito è il maggior motivo per cui gli scarafaggi entrano nelle case oltre all’acqua che essi trovano nei lavandini non asciugati o i piatti e le pentole lasciati sporchi nel lavandino.

Come entrano e dove si nascondono gli scarafaggi in cucina?

Gli scarafaggi amano nascondersi nelle fessure dei mobili, nelle crepe dei muri, sotto i battiscopa, nelle tubature dell’acqua che risalgono per entrare nelle abitazioni. Inoltre le blatte si introducono attraverso i fori di aerazione che devono essere schermati con delle griglie, i fori creati nel muro per il passaggio delle tubature dei condizionatori che devono essere sigillati con del silicone, rotture nei tubi di scarico, fognature, tombini, soffitte non accuratamente isolate e cantine umide non bene isolate oltre a fessure sotto porte e finestre.

Oltre a questi passaggi grazie ai quali le blatte entrano facilmente in casa vi è un metodo di intromissione nelle case che è inconsapevolmente causato proprio dai proprietari dell’abitaizone. Capita spesso infatti, che durante un viaggio gli scarafaggi depongano le uova all’interno delle valige senza che ci si possa accorgere di tale invasione. Una volta tornati a casa e depositate le valige in un armadio, le uova si schiudono lasciando uscire centinaia di scarafaggi che si moltiplicheranno velocemente infestante la casa. Nello stesso modo può accadere che vengano portati scarafaggi e ooteche all’interno di scatole di elettrodomestici o confezioni di oggetti vari. È consigliabile perciò controllare valige e scatole per evitare di ritrovare la casa invasa da spiacevoli insetti.

Vedi anche  Pappataci: punture e rimedi

Gli scarafaggi trovano nascondigli sicuri dietro gli elettrodomestici che procurano loro una zona calda in cui riposare e riprodursi. Si trovano spesso dietro la macchina del caffè, il freezer, il frigorifero, il forno a microonde ed altri simili accessori da cucina.

Amano inoltre le zone umide come i lavabi, le vaschette di acqua come quella degli animali domestici soprattutto se in essa resta solo poca acqua giusto per abbeverarsi senza annegare. La lavatrice e l’asciugatrice sono altri nascondigli amati dalle blatte trovandosi essi in luoghi solitamente umidi e caldi come le lavanderie o il bagno.
Vi sono poi cassetti, mensole sia esterne che interne ai mobili, angoli e bordi, panche, casse in legno con crepe, quadri, maniglie ed ogni luogo della casa in cui si possano nascondere e creare un nidificare.

Se si ha il dubbio di un’infestazione da scarafaggi è bene non attendere la certezza che potrebbero tardare l’intervento dei professionisti della disinfestazione, ma si deve procedere immediatamente a richiedere un sopralluogo che confermerà o meno la presenza delle blatte e la gravità dell’infestazione. La cucina è il luogo più a rischio per la trasmissione delle malattie da parte degli scarafaggi ed è anche il luogo più infestato da questi sgradevoli insetti.